Alleanza cooperative italiane comunicazione:“Riforma Editoria Subito”

Si è svolta il 24 maggio scorso a Roma, presso la sala Caduti di Nassirya del Senato, la conferenza stampa di Alleanza delle Cooperative italiane comunicazione dal titolo “Riforma Editoria Subito”.

Il tema  al centro dell’iniziativa è stato la Proposta di legge (a.s.2271) - già approvata dalla Camera e in questi giorni all’esame della Prima Commissione del Senato – che istituisce il Fondo per il pluralismo e  l’innovazione dell’informazione e delega il Governo a ridefinire la disciplina del sostegno pubblico all’editoria.

“Il testo in esame è importante e ampiamente condivisibile” hanno affermato Roberto Calari e Carlo Scarzanella, Presidente dell’Alleanza delle cooperative Italiane Comunicazione, “ma occorre prevedere due norme transitorie ed adeguare alcuni parametri. Si tratta di garantire le risorse per il 2015 (quelle stanziate a suo tempo sono del tutto insufficienti) e inserire quattro semplici e selezionati emendamenti ordinamentali che non comportano oneri finanziari e non inficiano l’esigenza di approvare urgentemente la riforma in itinere, ma che sono di fondamentale importanza per dare il segno giusto alla riforma, nella logica indispensabile della tutela e dell’allargamento del pluralismo dell’informazione nel Paese. Sono condizioni minime indispensabili per traguardare i cambiamenti comunque significativi  che la normativa produce sulle realtà in essere”.

Ma il Disegno di Legge è importante e urgente anche per quanto concerne l’innovazione, l’incentivo a costruire nuove piattaforme digitali comuni tra le diverse testate e per le nuove opportunità che potranno nascere per la creazione di nuove start up indipendenti tra giovani giornalisti e pubblicisti sia per quanto concerne la carta stampata, sia per quanto riguarda l’online.

Hanno partecipato alla conferenza stampa i Senatori Roberto Cociancich (relatore in Commissione), Stefano Collina, Luciano Uras, Anna Maria Bernini e Loredana De Petris. È intervenuto inoltre l’on. Beppe Giulietti (Pres. FNSI ). Ha coordinato i lavori il Sen. Vincenza Vita.

I parlamentari presenti hanno espresso il loro impegno per una rapida approvazione della Legge in Senato e verso la possibilità di una presa in carico, nel confronto con il Governo, di alcune delle proposte di emendamento evidenziate nel corso della riunione, a partire dalla necessità di individuare una norma transitoria o, comunque, un intervento urgente teso a sanare con al massima urgenza la mancanza di risorse adeguate per i contributi diretti per il 2015.

È auspicabile che il Governo esamini con l’apertura necessaria gli emendamenti proposti anche perché essi sono del tutto regolamentari e non comportano oneri aggiuntivi per lo Stato.

Allegati

AGCI E SERVIZIO CIVILE

Servizio Civile NazionaleCon Determinazione n. 136 del 12 febbraio 2010, l’AGCI ha ottenuto l’iscrizione alla prima classe dell’Albo Nazionale degli Enti di Servizio Civile: attualmente, le sedi accreditate sono 104, distribuite in 15 Regioni e 41 Province.

NEWS

Gio, 27/04/2017
Al via il tour del progetto Eccellenze Italiane, storie di coraggio, passione e identità dell’Italia che Vale!
Mer, 12/04/2017
INTERNAZIONALIZZAZIONE: CONTINUA L’ATTIVITÀ DI AGCI NEI DIVERSI PAESI
Mar, 04/04/2017
La formazione attiva il lavoro
Lun, 20/03/2017
Il Presidente dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane Rosario Altieri, con il Segretario Generale di CECOP Bruno Roelants, il Rappresentante italiano nel Board dell'ICA Carlo Scarzanella ed il Responsabile di AGCI Sanità Angelo Chiorazzo, a confronto con Gianni Pittella su Cooperazione ed Europa.

Convenzioni di AGCI