Alternanza scuola-lavoro: formazione e orientamento al centro del Protocollo d’intesa firmato dal Sottosegretario De Filippo con il Presidente AGCI Brenno Begani

MIUR – Percorsi di alternanza scuola-lavoro nelle realtà cooperative dimensionati in modo da favorire l’autonomia delle studentesse e degli studenti nel proseguimento degli studi o nell’inserimento nel mondo del lavoro, progetti di orientamento scolastico e professionale che tengano conto delle prospettive occupazionali offerte dai diversi territori e delle esigenze del mercato, formazione realizzata sul campo con tutor aziendali ed esperti provenienti dal mondo delle cooperative.

Sono i contenuti del Protocollo d’intesa firmato oggi al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca dal Sottosegretario Vito De Filippo e dal Presidente dell’Associazione Generale delle Cooperative Italiane (AGCI) Brenno Begani.

Di durata triennale, il Protocollo punta a rafforzare il raccordo tra scuola e mondo del lavoro e a offrire alle studentesse e agli studenti opportunità formative di alto profilo, per l’acquisizione di competenze e titoli di studio spendibili nel mercato del lavoro in continua evoluzione.

“Con la firma di questo Protocollo aggiungiamo un nuovo, importante tassello al progetto dell’alternanza scuola-lavoro e dell’orientamento sia scolastico che professionale offerti alle nostre studentesse e ai nostri studenti che, da oggi, potranno scoprire anche il mondo delle cooperative comprendendone le caratteristiche e il funzionamento – ha dichiarato il Sottosegretario De Filippo – I dati sulla partecipazione e sugli esiti dei percorsi di alternanza scuola-lavoro attestano quanto sia importante che al sapere si affianchi il ‘saper fare’ affinché le nostre giovani e i nostri giovani, oltre a orientarsi consapevolmente per il loro futuro, acquisiscano quelle competenze trasversali, necessarie per essere pronti a svolgere lavori, incarichi e mestieri del domani”.

“La sottoscrizione di questo Protocollo da un lato conferma la sensibilità del Ministero per l’attuazione della pratica dell’alternanza scuola-lavoro e, dall’altro, testimonia il nostro convinto impegno ad avvicinare le giovani e i giovani al mondo del lavoro in tutti i settori di attività, attraverso l’esperienza in cooperativa, a diretto contatto con i valori di mutualità, democrazia, solidarietà, attenzione alla persona ed alle comunità”. Così il Presidente di AGCI Brenno Begani. “Siamo infatti fortemente motivati – ha aggiunto – a favorire percorsi di formazione, apprendimento ed integrazione delle studentesse e degli studenti all’interno delle imprese a noi associate, offrendo opportunità concrete di crescita personale, professionale e, in prospettiva, anche di lavoro, nell’ambito di realtà che sono per natura vocate alla valorizzazione delle risorse umane”.

AGCI E SERVIZIO CIVILE

Servizio Civile NazionaleCon Determinazione n. 136 del 12 febbraio 2010, l’AGCI ha ottenuto l’iscrizione alla prima classe dell’Albo Nazionale degli Enti di Servizio Civile: attualmente, le sedi accreditate sono 104, distribuite in 15 Regioni e 41 Province.