CON LA SCOMPARSA DI CARLO AZEGLIO CIAMPI IL PAESE PERDE UN RIFERIMENTO SICURO

"La figura di Carlo Azeglio Ciampi si staglia nel panorama politico italiano dai tempi della Repubblica. Il Paese perde con Lui l'ultimo autorevole baluardo in grado di rappresentare i valori della nostra democrazia. Il Suo forte senso delle Istituzioni, la Sua visione della politica come impegno al servizio del Popolo, la Sua capacità di interpretare il sentimento dei cittadini, la Sua forte fede religiosa accompagnata dalla profondità della Sua laicità sono stati il collante per ripristinare nel Paese una convivenza civile che sembrava ormai definitivamente compromessa. Carlo Azeglio Ciampi è stato il vero ed insostituibile protagonista delle scelte economiche più importanti del nostro Paese. Dobbiamo a Lui la presenza italiana fra i fondatori dell'euro. Dobbiamo a Lui la consapevolezza di una politica in grado di tenere sotto controllo i conti dello Stato. Con Ciampi Ministro dell'Economia prima e Presidente della Repubblica dopo abbiamo vissuto gli unici anni nei quali il debito pubblico ha fatto registrare un sensibile calo. Carlo Azeglio Ciampi ha saputo suscitare in ognuno di noi i sentimenti più genuini di un  patriottismo di cui andare orgogliosi. Per tutti questi motivi e tanti altri ancora l'Italia tutta deve essere grata ad un Presidente, ad un Uomo, ad un Servitore delle Istituzioni che ha lasciato di sé un esempio da imitare". Così afferma Rosario Altieri, Presidente AGCI ed Alleanza delle Cooperative Italiane, ricordando un Uomo che ha rappresentato la più alta espressione di quei valori e di quegli ideali a cui la Cooperazione laica si è sempre riferita.
 

AGCI E SERVIZIO CIVILE

Servizio Civile NazionaleCon Determinazione n. 136 del 12 febbraio 2010, l’AGCI ha ottenuto l’iscrizione alla prima classe dell’Albo Nazionale degli Enti di Servizio Civile: attualmente, le sedi accreditate sono 104, distribuite in 15 Regioni e 41 Province.