LEGGE DI BILANCIO: IMPRESE CULTURALI E CREATIVE

Le imprese cooperative del settore guardano con soddisfazione alle novità in materia

L'Alleanza Cooperative Italiane Cultura e l'Alleanza Turismo e Beni culturali ritengono che l'approvazione dell'emendamento sulle imprese culturali e creative sia un primo importante passo per la promozione e la vera valorizzazione del lavoro culturale nel nostro Paese e per la crescita di un settore con fortissime potenzialità di sviluppo.

Siamo soddisfatti dell’impegno che il governo ha posto nel riconoscimento del ruolo fondamentale della cultura per il nostro Paese e il riconoscimento delle imprese culturali e creative va in questa direzione.

Attendiamo i decreti attuativi per capire esattamente come si procederà all'attribuzione della qualifica, ma già averle riconosciute e prevedere norme in favore di tutte queste realtà, attribuendo valore al lavoro di tanti che operano in questi settori, è per noi significativo.

L’inserimento nella legge di bilancio delle norme che concedono un credito d’imposta in favore delle imprese culturali e creative per attività di sviluppo, produzione e promozione di prodotti e servizi culturali e creativi rappresenta un forte segnale nella direzione della valorizzazione di queste realtà, delle loro attività e riconoscerne, al di là dei semplici proclami, il valore intrinseco in termini sociali, di produzione di contenuti e cultura in generale, ma anche in termini economici, di lavoro che quotidianamente viene svolto nello spettacolo, nella promozione e valorizzazione del patrimonio, nell’educazione alla lettura, nelle biblioteche, nei musei, nelle arti, nella musica.